FAQ

  • Produzione di acqua calda sanitaria (docce, bagni, lavaggio piatti, lavatrice, ecc.)
  • Riscaldamento ambienti (soprattutto per case ben isolate e circuito di riscaldamento a bassa temperatura).
  • Riscaldamento grandi volumi di acqua (piscine, accumuli inerziali, ACS per grandi medie e grandi strutture: alberghi, convitti, cliniche, scuole, ecc.)

Il sistema termodinamico è sempre nelle condizioni di catturare il calore presente nell'ambiente, anche nelle condizioni (pioggia, nuvoloso, notte, etc) in cui un normale collettore termico non funzionerebbe.

Il solare termodinamico domestico permette di estrarre calore anche dall'atmosfera e non solo dal sole. Infatti il sistema termodinamico funziona:

  • Di notte: basta che la temperatura dell'aria sia > 0°C (le migliori performance si hanno con almeno 5°C).
  • Con il vento: l'energia cinetica e le correnti calde che impattano sul collettore portano calore che il sistema cattura, anche se è nuvoloso.
  • Con la pioggia: basta pensare a quanto calore contiene il vapore acqueo che precipita dalle nubi. L'acqua è sempre a qualche grado centrigrado sopra lo zero e, in alcune condizioni, anche una decina di gradi sopra.
  • L'irradazione solare: per questo tipo di sistema la radiazione solare migliora la produzione, ma non è la condizione necessaria affinché il sistema funzioni.

Queste caratteristiche, unite alle proprietà di una pompa di calore, permettono al sistema termodinamico di raggiungere efficienze altissime e produzioni annue di calore congrue alla copertura del fabbisogno di acqua calda sanitaria in qualsiasi condizione.

Il solare termodinamico, è una tecnologia green e di conseguenza, come tutte le fonti di energia rinnovabili, presenta principalmente due tipologie di vantaggi ambientali:

  • Non ci sono emissioni di gas serra.
  • Grande diminuzione di domanda energetica da fonti di energia tradizionali e fossili.

Il solare termodinamico, nella sua concezione impiantistica più semplice, permette di preriscaldare il fluido utile (acqua) limitando il salto termico (temperatura di utilizzo - temperatura di ingresso nel sistema) che una fonte di energia convenzionale deve fornire per raggiungere la temperatura desiderata.

Ovviamente, come già spiegato, il sistema termodinamico lavora con un principio differente e, quindi, ha alcune peculiarità. Tra le più importanti ricordiamo che:

  • Non necessita di protezione antigelo del circuito primario.
  • Non necessita di sistemi o accorgimenti per dissipare il troppo calore accumulato.

I pesi dei pannelli-collettori sono molto inferiori a quelli di un normale sistema solare termico.

Tutto ciò per cui è utilizzato il solare termico tradizionale, si può ottenere con il sistema termodinamico:

  • Produzione di ACS (acqua calda sanitaria)
  • Riscaldamento ambienti
  • Riscaldamento di grandi volumi di acqua

Per utilizzo sanitario per igiene personale, o per il riscaldamento degli ambienti con i sistemi a bassa temperatura, per la piscina, oppure persino per le lavatrici e lavastoviglie. Facendo arrivare a queste utenze l'acqua pre-riscaldata dal termodinamico abbatteremo considerevolmente anche la bolletta elettrica, è risaputo, infatti, che una buona fetta del consumo elettrico di una famiglia deriva dalle resistenze elettriche che operano all'interno di lavatrici e lavastoviglie.

Il sistema è idoneo per ogni piscina, a prescindere dalla tipologia. Inoltre, è più facile trovare lo spazio per i pannelli, poiché a differenza del solare termico tradizionale, non ha la necessità di avere i pannelli-collettori con la superficie captante totalmente esposta al sole.

Il loro funzionamento, infatti, non si basa solo sulla radiazione solare, per cui reciproci ombreggiamenti sono più tollerati.

Sì, in questo caso cresce la superficie captante. Per quanto concerne gli impianti di riscaldamento, il sistema termodinamico è particolarmente consigliato per i pannelli radianti a pavimento o a soffitto.

I pannelli del solare termodinamico sono molto leggeri, sottili e quindi si possono installare ovunque (tetto, ringhiere di balconi, facciate degli edifici, giardino, etc).

Non presentano particolari vincoli di orientamento ed inclinazione, tuttavia, la scelta di un sito ben soleggiato e arieggiato migliora il rendimento. Resta inteso che i pannelli termodinamici si possono installare anche in siti e configurazioni in cui i collettori normali non potrebbero.

Il costo di un sistema termodinamico dipende soprattutto dalla dimensione dell'impianto e quindi, direttamente, dal numero di persone da servire e dal loro fabbisogno di acqua calda.

Vi consigliamo di contattarci in modo da poter individuare la giusta soluzione per le vostre esigenze

Questo è il momento giusto per scegliere un impianto solare termodinamico, infatti oltre al risparmio assicurato dalle prestazioni del sistema, si può beneficiare:

  • Detrazione fiscale del 65% riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica
  • Incentivi regionali (ove presenti)
  • Sconto imposte locali (ove previsto dal regolamento energetico comunale)

Il sistema termodinamico è autonomo al 100%, ed assicura la copertura del fabbisogno di ACS durante tutto l'anno.

Tuttavia lo stesso può anche essere integrato con sistemi convenzionali che già dispongono di un proprio serbatoio. In particolare il Green E-pack è particolarmente idoneo per implementare al vecchio impianto.
Così, si potrà disporre di una nuova ed efficace tecnologia a fronte di un investimento ridotto ed un veloce e pratico lavoro di collegamento dei due sistemi.

Le caratteristiche tecniche e le misure del pannello termodinamico rendono la sua installazione veloce, sicura ed adattabile ad ogni sito. Infatti, è sufficiente avere una buona superficie disponibile dove poter montare i pannelli termodinamici (tetto, balconi, facciate edifici, giardino, etc. sono tutti spazi idonei al montaggio dei pannelli).

I tempi necessari per l'installazione non sono standard e vanno valutati di volta in volta, in base alla complessità dell'impianto e dell'intervento edilizio richiesto dallo stesso. Per un semplice impianto per ACS i tempi variano da 4 a sei ore.

Per l'impianto solare termodinamico, a differenza di altri sistemi, è esclusa la manutenzione di filtri, bocchette, canalizzazioni. Per il buon funzionamento del sistema basta assicurarsi dello stato di carica del fluido frigorigeno, che in caso di piccole perdite, potrebbe necessitare di ricarica (ovviamente prima si riparano le perdite e poi si procede con la ricarica e così facendo l'impianto potrà funzionare nel tempo senza manutenzione alcuna).


Richiedi informazioni!

Saremo lieti di risponderti nel più breve tempo possibile